T.S.T.® Tinnitus Symptomathic Treatment - In esclusiva nei centri Acufene Clinic.

Una cura che può essere di aiuto.

Ma attenzione poichè spesso viene prescritto, ma non sempre è efficace.

by Acufene Clinic

by Acufene Clinic

Cosa è.

Il mannitolo è un carboidrato della famiglia dei monosaccaridi, quindi una molecola composta principalemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. E’ un carboidrato semplice  ed appartiene alla categoria dei polialcoli esaidrici.

Piuttosto diffuso diffuso nel mondo vegetale si rinvengono concentrazioni più significative nella manna del frassino, nel tallo delle laminarie e del fucus (alghe marine), nelle foglie e nelle drupe dell’olivo, nel fico, nel sedano ed in funghi eduli come Lactarius spp. e Agaricus spp, mentre a livello industriale il mannitolo viene prodotto a partire dal saccarosio, il normale zucchero da cucina.

Utilizzi vari.

Il mannitolo è utilizzato per diversi scopi.
E’ anzitutto un dolcificante che può essere utilizzato al posto del normale saccarosio con un potere di circa la metà rispetto al normale zucchero da cucina, con il grande vantaggio di essere ipoacalorico ed acariogeno, e con la caratteristica di non incidere sul metabolismo dell’ insulina, essendo quindi indicato per i diabetici.
Anche nella cosmetica il mannitolo trova diversi utilizzi come umettante e idratante cutaneo.

Utilizzi in medicina.

Il mannitolo altresì è un prodotto molto utilizzato in medicina con diversi effetti:

  • come lassativo: se ingerito richiama acqua nel lume intestinale comportandosi come un lassativo osmotico e rendendo le feci più soffici
  • come diuretico: se iniettato per via endovenosa il mannitolo si comporta come un diuretico osmotico richiamando notevoli quantità di acqua ai tubuli renali.
  • Utilizzo diagnostico: viene abitualmente utilizzato per valutare la salute della mucosa intestinale.

Mannitolo e Acufene.

Le proprietà drenanti del mannitolo lo rendono un valido alleato nel contrastare i problemi di acufene quando questi derivino da un idrope endolinfatica con sintomi fulness ( orecchio pieno ) spesso associati a vertigini.


L’ efficacia nel combattere il tinnitus è studiata, anche se spesso e volentieri viene prescritto tout court, come terapia quantomeno da tentare nel combattere il fastidioso disturbo.
Purtroppo spesso e volentieri non si è in grado di scoprire la causa effettiva scatenante il disturbo, e le fleboclisi di mannitolo possono essere uno dei tentativi da seguire.


A nostro parere negli ultimi anni abbiamo osservato un eccessivo ricorso a questa terapia, che ne ha cagionato anche un abbassamento repentino dei casi di successo, in quanto, come descritto in altri articoli sulle cause scatenanti gli acufeni, è senz’ altro vero che questi possono nascere da un aumento della pressione del microcircolo sanguigno e da un aumento della pressione dei liquidi endolinfatici, ma è altresì vero che molto spesso le cause di insorgenza del tinnitus possono essere altre.


E’ evidente quindi che in tutti gli altri casi le fleboclisi di mannitolo risultano del tutto inutili, o gli effetti spesso
si dimostrano davvero transitori e di scarsissimo conto.

Effetti collaterali.

Le proprietà fortemente diuretiche del mannitolo ne inibiscono l’ utilizzo a tutti quei pazienti che già facciano utlizzo abituale di altri diuretici, o che siano ipotesi, ipovelimici, con anuria o con insufficienza caridaca.

Condividi articolo.

Cosa è.

Il mannitolo è un carboidrato della famiglia dei monosaccaridi, quindi una molecola composta principalemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. E’ un carboidrato semplice  ed appartiene alla categoria dei polialcoli esaidrici.

Piuttosto diffuso diffuso nel mondo vegetale si rinvengono concentrazioni più significative nella manna del frassino, nel tallo delle laminarie e del fucus (alghe marine), nelle foglie e nelle drupe dell’olivo, nel fico, nel sedano ed in funghi eduli come Lactarius spp. e Agaricus spp, mentre a livello industriale il mannitolo viene prodotto a partire dal saccarosio, il normale zucchero da cucina.

Utilizzi vari.

Il mannitolo è utilizzato per diversi scopi.
E’ anzitutto un dolcificante che può essere utilizzato al posto del normale saccarosio con un potere di circa la metà rispetto al normale zucchero da cucina, con il grande vantaggio di essere ipoacalorico ed acariogeno, e con la caratteristica di non incidere sul metabolismo dell’ insulina, essendo quindi indicato per i diabetici.
Anche nella cosmetica il mannitolo trova diversi utilizzi come umettante e idratante cutaneo.

Utilizzi in medicina.

Il mannitolo altresì è un prodotto molto utilizzato in medicina con diversi effetti:

  • come lassativo: se ingerito richiama acqua nel lume intestinale comportandosi come un lassativo osmotico e rendendo le feci più soffici
  • come diuretico: se iniettato per via endovenosa il mannitolo si comporta come un diuretico osmotico richiamando notevoli quantità di acqua ai tubuli renali.
  • Utilizzo diagnostico: viene abitualmente utilizzato per valutare la salute della mucosa intestinale.

Mannitolo e Acufene.

Le proprietà drenanti del mannitolo lo rendono un valido alleato nel contrastare i problemi di acufene quando questi derivino da un idrope endolinfatica con sintomi fulness ( orecchio pieno ) spesso associati a vertigini.


L’ efficacia nel combattere il tinnitus è studiata, anche se spesso e volentieri viene prescritto tout court, come terapia quantomeno da tentare nel combattere il fastidioso disturbo.
Purtroppo spesso e volentieri non si è in grado di scoprire la causa effettiva scatenante il disturbo, e le fleboclisi di mannitolo possono essere uno dei tentativi da seguire.


A nostro parere negli ultimi anni abbiamo osservato un eccessivo ricorso a questa terapia, che ne ha cagionato anche un abbassamento repentino dei casi di successo, in quanto, come descritto in altri articoli sulle cause scatenanti gli acufeni, è senz’ altro vero che questi possono nascere da un aumento della pressione del microcircolo sanguigno e da un aumento della pressione dei liquidi endolinfatici, ma è altresì vero che molto spesso le cause di insorgenza del tinnitus possono essere altre.


E’ evidente quindi che in tutti gli altri casi le fleboclisi di mannitolo risultano del tutto inutili, o gli effetti spesso
si dimostrano davvero transitori e di scarsissimo conto.

Effetti collaterali.

Le proprietà fortemente diuretiche del mannitolo ne inibiscono l’ utilizzo a tutti quei pazienti che già facciano utlizzo abituale di altri diuretici, o che siano ipotesi, ipovelimici, con anuria o con insufficienza caridaca.

Condividi articolo.

ARTICOLI INTERESSANTI:

Dolcificanti ed Acufene

I dolcificanti hanno poche calorie. Ma attenzione perchè una ricerca denuncia che c' è un nesso tra utilizzo frequente di …

Acufene e Sport

Uno studio dichiara che l' attività sportiva moderata ed aerobica, potrebbe influire positivamente sulla riduzione del disturbo. Vuoi ridurre …

Storia dell’ Acufene

“ Sonitus aurium intra se ipsas... “ , letteralmente : “ rumore nelle orecchie dentro se stessi “. …

Lascia un commento

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: