T.S.T.® Tinnitus Symptomathic Treatment - In esclusiva nei centri Acufene Clinic.

Fisiologia acufene: Meccanismi percettivi degli acufeni.

Cenni sul funzionamento dell’ orecchio interno e fenomeni

fisiologici che causano la percezione del fastidioso disturbo del tinnitus.

fisiologia acufene

Considerazioni Generali

Che l’ acufene sia il sintomo di una disfunzione del sistema uditivo, questo è certo, ad esclusione di quegli acufeni riconducibili esclusivamente a sintomi di turbe psicologiche o nevrosi varie.

Perciò, sempre che non sia già instaurato un sistema di tolleranza ed abitudine al fischio nell’ orecchio, esso può deteriorare la qualità della vita del paziente in modo davvero importante.
Sicuramente possiamo affermare che una terapia altamente personalizzata sia necessaria, sia che si tratti di una terapia medica, che di una terapia sintomatica..

Cenni di Fisiologia

Per certo possiamo affermare che il tinnitus si scatena per l’attivazione del sistema limbico dove risiede la sfera emozionale, profonda e inconscia della persona. Che si generi nell’ orecchio è quasi certo, ma esistono casi in cui, dopo resezione del nervo acustico, l’ acufene è continuato: questo dimostra che a volte il vero locus di percezione, è a livello appunto dell’ inconscio e della sfera puramente emotiva del paziente.

L’acufene ha una sola ed univoca definizione: “ Percezione di stimolo acustico in assenza di stimolazione del sistema uditivo”.

Genesi del tinnitus

Dato che l’ acufene è per sua natura un suono fantasma, è evidente che esso nasce da uno scompenso nervoso delle vie acustiche causato da un’ anomala attività del sistema nervoso uditivo. Compito del medico è individuare la causa che scatena l’ eccitazione anomala delle fibre nervose.

Le vie nervose uditive sono formate da nervo acustico e nervo vestibolare. All’ interno dei fasci nervosi sembrano essere presenti connessioni interneurali deputate ad eccitare o inibire le fibre adiacenti. Questo fenomeno pare che sia responsabile dell’ enfasi che un udito in buona salute riesce a dare alle frequenze del parlato anche in presenza di rumore in competizione.

Queste fibre, dette inibitrici, sembrano avere la funzione di sopprimere e limitare in parte l’ attività del nervo cocleare e vestibolare, pertanto lo stimolo di queste fibre inibitrici potrebbe essere la chiave per sopprimere la percezione dell’ acufene, senza evidentemente curare la malattia che purtroppo permane.

Conclusioni

In effetti queste non sono i soli mezzi inibitori presenti nell’ orecchio, infatti al livello della cassa timpanica lo stapedio e il tensor timpani svolgono la medesima funzione di protezione e inibizione dello stimolo acustico.
Dunque se il ronzio auricolare è presente, possiamo indicare tre fattori fisiopatogenetici fondamentali:

 

fisiologia acufene

Considerazioni Generali

Che l’ acufene sia il sintomo di una disfunzione del sistema uditivo, questo è certo, ad esclusione di quegli acufeni riconducibili esclusivamente a sintomi di turbe psicologiche o nevrosi varie.

Perciò, sempre che non sia già instaurato un sistema di tolleranza ed abitudine al fischio nell’ orecchio, esso può deteriorare la qualità della vita del paziente in modo davvero importante.
Sicuramente possiamo affermare che una terapia altamente personalizzata sia necessaria, sia che si tratti di una terapia medica, che di una terapia sintomatica..

Cenni di Fisiologia

Per certo possiamo affermare che il tinnitus si scatena per l’attivazione del sistema limbico dove risiede la sfera emozionale, profonda e inconscia della persona. Che si generi nell’ orecchio è quasi certo, ma esistono casi in cui, dopo resezione del nervo acustico, l’ acufene è continuato: questo dimostra che a volte il vero locus di percezione, è a livello appunto dell’ inconscio e della sfera puramente emotiva del paziente.

L’acufene ha una sola ed univoca definizione: “ Percezione di stimolo acustico in assenza di stimolazione del sistema uditivo”.

Genesi del tinnitus

Dato che l’ acufene è per sua natura un suono fantasma, è evidente che esso nasce da uno scompenso nervoso delle vie acustiche causato da un’ anomala attività del sistema nervoso uditivo. Compito del medico è individuare la causa che scatena l’ eccitazione anomala delle fibre nervose.

Le vie nervose uditive sono formate da nervo acustico e nervo vestibolare. All’ interno dei fasci nervosi sembrano essere presenti connessioni interneurali deputate ad eccitare o inibire le fibre adiacenti. Questo fenomeno pare che sia responsabile dell’ enfasi che un udito in buona salute riesce a dare alle frequenze del parlato anche in presenza di rumore in competizione.

Queste fibre, dette inibitrici, sembrano avere la funzione di sopprimere e limitare in parte l’ attività del nervo cocleare e vestibolare, pertanto lo stimolo di queste fibre inibitrici potrebbe essere la chiave per sopprimere la percezione dell’ acufene, senza evidentemente curare la malattia che purtroppo permane.

Conclusioni

In effetti queste non sono i soli mezzi inibitori presenti nell’ orecchio, infatti al livello della cassa timpanica lo stapedio e il tensor timpani svolgono la medesima funzione di protezione e inibizione dello stimolo acustico.
Dunque se il ronzio auricolare è presente, possiamo indicare tre fattori fisiopatogenetici fondamentali:

condizione patologica orecchio interno

iperattività neuronale

perdita di sensibilità a livello delle fibre inibitrici

Potrebbe anche interessarti:

diffusione acufene in italia

Scopri il T.S.T® l' innovativo trattamento sintomatico dell' acufene.

Il T.S.T.® è un approccio sperimentale che sta offrendo ai pazienti che seguono questo protocollo, la possibilità di provare durante l' arco della giornata, la sensazione di sentire il proprio acufene ridursi in modo apprezzabile, scaricando così la tensione che si accumula nella persona affetta da questo disturbo, che potrà così migliorare drasticamente la sua qualità della vita. Il Tinnitus Symptomathic Treatment®, trattamento studiato, sperimentato e proposto in esclusiva soltanto nei centri accreditati Acufene Clinic, si propone come una valida [...]

I Presupposti Fondamentali del T.S.T.® e perchè è efficace.

Essendo il T.S.T.® un trattamento sintomatico, quello che ci interessa è alleviare il sintomo. Lo sviluppo di questa terapia sperimentale trova giustificazione su un' evidenza clinica indiscutibile: una certa percentuale di sofferenti di acufene, può godere della diminuzione evidente del disturbo per una durata variabile fino a qualche ora consecutiva, se stimolata con un suono particolare. Così se confezioniamo un rumore terapeutico ad hoc, ed in modo selettivo stimoliamo le fibre nervose adiacenti a quella [...]

I Pilastri Fondanti del T.S.T.® e differenze con altre terapie.

Per anni la TRT è stata applicata, e tutt' ora viene abitualmente proposta, come l' unica alternativa al tinnitus. Purtroppo però i risultati ottenuti grazie ad un trattamento trt sono piuttosto deludenti. Ecco perchè il T.S.T.® si propone come un approccio totlamente innovativo alla questione. Infatti proprio in risposta ai limiti che negli anni abbiamo evidenziato, i nostri specialisti hanno studiato un protocollo totalmente diverso che andremo ad illustrare tramite una tabella comparativa, e che dimostrerà il perchè [...]

ARTICOLI INTERESSANTI:

Rimedi Naturali Acufene

Di rimedi della nonna per acufene ce ne sono tanti,ma servono a qualcosa? Sono palliativi che possono anche …

Chiudi il menu