Clapton: “Ho il fischio nell’ orecchio, e sto diventando sordo. Suonare è difficile.”

acufene clapton

Clapton dichiara: "L' acufene mi tortura da anni, e sto diventando sordo a causa del Tinnitus". E' molto seria la situazione del famoso cantautore americano, dato che gli acufeni di cui soffre sono molti intensi e persistenti, fino a volte ad impedirgli di suonare.

La Musica è un’ arte meravigliosa, ma con i problemi uditivi di Clapton suonare diventa molto complicato.

Eric Clapton soffre di acufene (Tinnitus è il nome latino della malattia) e rischia di perdere definitivamente l’udito, come ha detto durante un’intervista con Steve Wright sulla BBC Radio 2 durante la promozione del documentario a lui dedicato “Eric Clapton: Life in 12 Bars” che uscirà il prossimo 10 febbraio. Il musicista, considerato uno dei migliori chitarristi di sempre, da tempo soffre di problemi fisici, soprattutto alla mano a causa di un problema nervoso che gli rende difficoltoso suonare, a causa di fortissimi dolori: “Ho avuto molto dolore in questi ultimi anni – spiegò nel 2016 -. 

Tutto è cominciato con un dolore nella parte inferiore della schiena che è degenerato in quella che chiamano neuropatia periferica, che che ti porta a sentire una specie di scossa elettrica giù alla gamba.

L’ acufene o ‘tinnitus’ è quella sensazione uditiva riferita come ronzio, fischio, sibilo, fruscio, ecc., che non ha riscontro in una sorgente sonora nell’ambiente esterno e viene avvertita solo dal soggetto (acufene soggettivo, o ‘acufene propriamente detto’)” e ultimamente è tornato sulle prime pagine dei giornali grazie a Caparezza che ha ammesso di soffrirne da tempo, dichiarandosi proprio prigioniero della malattia (il nome del suo ultimo album è “Prisoner 709”).

La malattia può colpire in vari stadi, da quelli più leggeri a quelli debilitanti e può portare anche alla perdita dell’udito:

“Continuo a lavorare, farò anche qualche concerto – ha detto Clapton, noto come Slowhand e tra i membri di gruppi come Yardbirds e The Cream, oltre alla carriera solista -. 

Mi sto confrontando, adesso, col mio essere nei 70 e cercare di essere in grado di fare tutto. Voglio dire: sto diventando sordo, ho l’acufene e le mie mani lavorano con fatica.

Insomma, spero che la gente venga a vedermi suonare non solo per il fatto di essere diventato una curiosità. So che fa parte del gioco, anche perché è sorprendente anche per me essere ancora qua”.

La Musica è un’ arte meravigliosa, ma con i problemi uditivi di Clapton suonare diventa molto complicato.

Eric Clapton soffre di acufene (Tinnitus è il nome latino della malattia) e rischia di perdere definitivamente l’udito, come ha detto durante un’intervista con Steve Wright sulla BBC Radio 2 durante la promozione del documentario a lui dedicato “Eric Clapton: Life in 12 Bars” che uscirà il prossimo 10 febbraio. Il musicista, considerato uno dei migliori chitarristi di sempre, da tempo soffre di problemi fisici, soprattutto alla mano a causa di un problema nervoso che gli rende difficoltoso suonare, a causa di fortissimi dolori: “Ho avuto molto dolore in questi ultimi anni – spiegò nel 2016 -. 

Tutto è cominciato con un dolore nella parte inferiore della schiena che è degenerato in quella che chiamano neuropatia periferica, che che ti porta a sentire una specie di scossa elettrica giù alla gamba.

L’ acufene o ‘tinnitus’ è quella sensazione uditiva riferita come ronzio, fischio, sibilo, fruscio, ecc., che non ha riscontro in una sorgente sonora nell’ambiente esterno e viene avvertita solo dal soggetto (acufene soggettivo, o ‘acufene propriamente detto’)” e ultimamente è tornato sulle prime pagine dei giornali grazie a Caparezza che ha ammesso di soffrirne da tempo, dichiarandosi proprio prigioniero della malattia (il nome del suo ultimo album è “Prisoner 709”).

La malattia può colpire in vari stadi, da quelli più leggeri a quelli debilitanti e può portare anche alla perdita dell’udito:

“Continuo a lavorare, farò anche qualche concerto – ha detto Clapton, noto come Slowhand e tra i membri di gruppi come Yardbirds e The Cream, oltre alla carriera solista -. 

Mi sto confrontando, adesso, col mio essere nei 70 e cercare di essere in grado di fare tutto. Voglio dire: sto diventando sordo, ho l’acufene e le mie mani lavorano con fatica.

Insomma, spero che la gente venga a vedermi suonare non solo per il fatto di essere diventato una curiosità. So che fa parte del gioco, anche perché è sorprendente anche per me essere ancora qua”.

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked*

Altri Articoli sull' Acufene

Storia dell’ Acufene

“ Sonitus aurium intra se ipsas... “ , letteralmente : “ rumore nelle orecchie dentro se stessi “. L' acufene è un disturbo vecchio come l' …

Laser per Acufeni. Funziona?

Laser Terapia per Acufene. Funziona? Praticamente ogni giorno escono nuove proposte terapeutiche, molte delle quali hanno ben pochi risultati dalla loro parte. Le uniche terapie …

Dolcificanti ed Acufene

I dolcificanti hanno poche calorie. Ma attenzione perchè una ricerca denuncia che c' è un nesso tra utilizzo frequente di aspartame ed edulcoranti con la comparsa di …